I Tatuaggi Maori

maori tatuaggio moko

Simbolo di una cultura fin dall’antichità, il tatuaggio maori ha, negli ultimi anni, spopolato a livello mondiale assumendo una connotazione si può dire glamour. I vip in primis amano i maori. Tra bracciali maori e calzini maori, tra maschere, animali e astri, questa nuova moda definita all Black abbraccia tutti. I disegni maori sono apprezzati perché raffigurano la bellezza la dignità ed il coraggio di chi li porta. Ma non solo: proprio per il loro forte valore simbolico riescono pienamente a rappresentare ogni personalità.

I dati parlano chiaro: ben il 35% delle persone che si informano per farsi un tatuaggio ricerca i tatuaggi maori, senza soffermarsi sulla tradizione culturale del tatuaggio.

 

Chi sono i maori?

I maori sono una popolazione che vive in Polinesia (soprattutto nord della Nuova Zelanda) e sono famosi soprattutto per i tatuaggi e per la danza tradizionale che eseguono nelle partite di rugby degli All Blacks.

maori tatuaggio mokoI tatuaggi nella loro tradizione non sono un elemento decorativo-estetico: fanno parte della religione e assumono un significato simbolico molto profondo (non scherzate sui tatuaggi con i maori sennò rischiate di offenderli).

Il tatuaggio fa parte in primo luogo del rito di passaggio del ragazzo all’età adulta. I ragazzi devono superare alcune prove, tra cui anche farsi un tatuaggio (che nella tecnica maori è un processo piuttosto doloroso). Dopo questo primo tatuaggio (fatto spesso sulla faccia) i maori aggiungono e perfezionano i tatuaggi per tutta la vita. Quindi un tatuaggio comincia da ragazzi e finisce con l’ultimo momento della vita del guerriero.

Infatti i tatuaggi sono utilizzati soprattutto dai guerrieri, perché devono spaventare i nemici e le loro forme distinguono chiaramente l’identità del guerriero e il suo grado sociale.

I tipi di tatuaggio maori

MOKO

il moko è il tatuaggio più tradizionale di tutti e serve per distinguere le persone che appartengono alle diverse tribù e si sono distinti per meriti particolari (sia civili che militari). Le donne si tatuano moko soprattutto sul mento mentre gli uomini su tutta la faccia

maori tatuaggioKIRITUHI

i Kirituhi sono tatuaggi che non designano una particolare tribù e che non sono riservati a chi si distingue per meriti particolari. Sono la categoria meno “ufficiale” o “tradizionale” di tatuaggio: infatti servono per identificare un momento importante ma privato della vita di chi li indossa.

Per saperne di più sui tatuaggi maori ecco qualche altro nostro articolo:

#7 La storia dei tatuaggi: Cook e i tatuaggi maori

#8 La storia dei tatuaggi: ancora sui i Maori

#9 La storia dei tatuaggi: Le osservazioni di Darwin sui tatuaggi

#10 La storia dei tatuaggi: il macabro commercio delle teste maori tatuate

#11 La storia dei tatuaggi: il moko dei maori